S-video

By Davide

 

 

 

Come autocostruirsi l'adattatore da Svideo a Videocomposito

Premetto Internet è piena di siti e forum che spiegano come costruirsi questo adattatore...noi però abbiamo deciso di andare un pò più a fondo della semplice costruzione, analizzando i segnali con cui lavoreremo e spiegando qualche "trucchetto" che può tornare sempre utile..

1) C'era una volta....

Gia, c'era una volta uno sciagurato (io) che un bel giorno decise di provare a collegare il suo bel portatile nuovo alla TV..così dopo aver speso diversi (molti) "euri" in cavo S-video e adattatore S-video -> Scart si accorse di aver buttato soldi nel cesso perchè non andava nulla..inoltre, sul pc, non trovavo nemmeno il menù da dove abilitare il video out!!

 

2) molti standard, molto casino..analizziamo il problema!

Tutti i moderni televisori hanno una o più prese scart; questa presa è uno standard che si diffuse nei primi anni 80.. il connettore scart prevede molteplici segnali; infatti oltre al suono (in stereo) accetta segnali video in videocomposito, RGB e SVideo, oltre a dei livelli elettrici che "dicono" alla TV se dalla scart sta arrivando un segnale RGB, videocomposito, in 16:9, in 4:3 e altre diavolerie...è inoltre da chiarire che nella stragrande maggioranza delle applicazioni si usa il segnale videocomposito per trasmettere il video da una qualunque periferica ad una tv..
il pregio del segnale videocomposito è che si trasporta con soli 2 fili (quindi basta un solo cavo schermato); questo a discapito però della qualità (decisamente migliore negli altri 2 sistemi).
Dato che il videocomposito è il più usato risulta quindi facile comprendere che tutti i televisori sono progettati per accettarlo senza dare problemi, mentre per gli altri segnali si deve andare un pò a caso..
Iinfatti se ad esempio do alla scart un segnale in RGB o Svideo il televisore potrebbe ignorarlo (ed in questo caso devo dare all'apposito pin della scart il segnale che dice alla TV cosa gli sta arrivando) o può rilevarli ed accettarli subito... insomma, morale della favola, un cavetto che adatta da Svideo a scart può funzionare sulle TV che identificano il segnale e può dare forfè su quelle che non lo identificano (penso la maggioranza)

3) lo sapevate che...

A) Lo standard prevede che i segnali video abbiano come connettore generico quello RCA giallo... l'RCA rosso e bianco sono invece per il canale destro e quello sinistro del segnale audio.

B) a differenza di quanto si pensa dire "S-video" o dire "Super VHS" non è la stessa cosa.. infatti il primo è uno standard per trasmettere il segnale video, mentre il secondo è un evoluzione del sistema VHS ed è usato nelle telecamere non digitali.
Inoltre S-Video non sta per SUPER-video ma per SEPARATE-video.

 

C) Talvolta la modalità TV out si abilita solo se il PC rileva di essere collegato ad un televisore o comunque una periferica video; Infatti essendo l'impedenza di ingresso standard delle periferiche video di 75ohm, il computer abilita l'uscita video supplementare solo se "vede" sull'uscita una impedenza di tale valore.

Per Imbrogliare il pc e fargli abilitare l'uscita video basta mettere una resistenza di 82 ohm tra il pin della luminanza e la massa. Questo trucchetto può tornare utile quando alcuni apparati (tipo il mio TV lcd portatile) non hanno impedenza standard e non fanno abilitare l'uscita TV..in questi casi prima attivo il TV out con la resistenza, poi la tolgo e collego il televisorino.

 

4) il segnale S-video:

Questo segnale è composto da 2 segnali elettrici e le rispettive masse; questi segnali prendono il nome di Luminanza e Crominanza. La luminanza , indicata anche come componente Y , è il segnale che trasporta le immagini televisive in bianco e nero; mentre la crominanza, indicata come componente C , trasporta l'informazione aggiuntiva del colore.

Il cavo del segnale Svideo si presenta come nell'immagine a fianco, con la relativa piedinatura.

Analizzati all'oscilloscopio i due segnali si presentano così; lo standard prevede che il segnale sia applicato ad un carico da75 ohm; con tale carico l'ampiezza della luminanza è da 0 ad 1 volt mentre la crominanza è un segnale di ampiezza 1Volt, offsettato positivamente di circa 0,75V.

I segnali sono periodici con periodo di 20 millisecondi; la luminanza è un inseme di onde quadre, mentre la crominanza è una sinusoide modulata in ampiezza. Le frequenze in gioco sono di circa 5Mhz.

5) Da Svideo a videocomposito

Come detto prima, il segnale videocomposito è il più usato, quindi può essere utile portare da Svideo in videocomposito... questa trasformazione si effettua semplicemente "miscelando" il segnale della crominanza a quello della luminanza. per miscelare non possiamo però mettere insieme banalmente i fili di luminanza e crominanza, perchè avremmo un cortocircuito con possibile danneggiamento dell'uscita Svideo della nostra scheda video.. le soluzioni sono 2:

1) miscelare Y e C tramite 2 resistenze e riamplificare il segnale ottenuto

2) miscelare tramite un condensatore che disaccoppi il segnale.

il primo metodo è da testare e non saprei quanto possa migliorare l'immagine risultante rispetto al metodo 2; ho provato anche a miscelare i segnali con una resistenze da 82 ohm al posto del condensatore ottenendo risutati identici al condensatore.. se invece mettiamo una resistenza in serie alla luminanza diminuirebbe l'ampiezza del segnale e quindi l'immagine risulta piuttosto scura. In ogni caso la miscelazione comporta una perdita di definizione dell'immagine.

Ecco un pò di foto della realizzazione:

 

Una bella panoramica di tutto il necessario per la realizzazione

 

ecco il connettore RCA con saldato un capo del cavo schermato

 

reggiamo il condensatore nella posizione corretta per fare facilmente la saldatura..

 

Una volta saldato il condensatore si saldano i fili del vaco schermato.. ricordatevi prima di saldare di infilare nel cavo il guscio del connettore, sennò a lavoro finito non potrete più metterlo!!

 

ecco il particolare della schermatura collegata ai pin delle massedi Y e C; il pezzettino calza che rimaneva scoperto l'ho fatto passare nella guaina di un filo giallo che avevo tra le mani (in questo modo non tocca da nessuna parte)

 

A questo punto ho isolato l'accrocchio del condensatore e dei collegamenti, ho montato il guscio metallici del connettore e quello esterno...

 

Ecco il cavo finito e pronto per il collaudo!

 

ok, tutto funziona alla grande! vediamo ora (peri meno esperti) come effettuare i collegamenti..

Molti televisori hanno sul pannello frontale i connettori per l'ingresso del segnale videocomposito ed audio.. il cavo per il segnale video lo abbiamo gia..

 

 

 

 

mentre per l'audio serve un comunissimo cavo da jack a rca tipo quello nell'immagine a fianco, reperibile in tutti i centri commerciali.

 

 

 

per chi invece non avesse i connettori sull TV basta comprare (o costruire) un comunissimo adattatore tipo quello qui a fianco per collegarsi alla presa Scart...

Buon lavoro! ;)